Olio di Lino per difendere le piante: come e quando utilizzarlo

Olio di Lino per difendere le piante

L’uso di Olio di Lino per difendere le piante dai parassiti è una delle tante soluzioni naturali già sperimentate dall’agricoltura biologica. È stato infatti constato che l’olio ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Lino (Linum usitatissimum) crea uno strato di protezione sulle foglie sottile e appiccicoso che rende impossibile l’insediamento di insetti. Anche il suo odoro e sapore risulta sgradevole per gli insetti. In particolare i piccoli parassiti che tradizionalmente attaccano le nostre piante, come gli Afidi, gli Acari (ragnetti rossi e gialli) e le Cocciniglie.

Olio di Lino per difendere le piante: perché usarlo

È una soluzione a base di prodotti naturali ed è totalmente biodegradabile. Non lascia residui né nel terreno né sulle piante trattate ed è sicuro per l’ambiente. Non è dannoso neanche per gli animali domestici, quelli selvatici, come gli uccelli, o gli insetti utili.

Possiamo quindi utilizzarlo sia sulle piante ornamentali sia su quelle da frutto e orticole, in ogni fase del ciclo vegetativo. Non lascia residui ed è sufficiente lavare le colture prima di consumarle.

Quando si usa

Anche se ha una certa azione di contrasto, l’Olio di Lino non è un insetticida ma agisce meccanicamente. Va quindi utilizzato prevalentemente in modo preventivo, prima della comparsa degli insetti e della deposizione delle uova.

Si utilizza durante tutto il ciclo vegetativo delle piante ornamentali e orticole. In particolare nei periodi di comparsa di questi insetti, generalmente dalla primavera fino all’autunno con una pausa nei mesi estivi più caldi. I trattamenti preventivi con Olio di Lino si effettuano ogni 10/15 giorni dall’inizio della fioritura fino alla raccolta dei frutti.

Se gli insetti sono già presenti sulle piante, possiamo usarlo per contrastarne lo sviluppo sfruttando la sua capacità di avvolgere l’insetto e soffocarlo. In questo caso se necessario ripetiamo il trattamento ogni 5/7 giorni.

Come si usa l’Olio di Lino

L’Olio di Lino concentrato va diluito in acqua, seguendo le istruzioni indicate sulla confezione e differenti a seconda del tipo di pianta.

Agitiamo bene prima dell’uso e con un nebulizzatore, vaporizziamo la soluzione sulle piante a una distanza di circa 30/40 cm, cercando di raggiungere anche la pagina inferiore delle foglie.

Affrontiamo i trattamenti nelle ore più fresche della giornata, prima del tramonto.

Può essere miscelato con formulati a base di Rame e Zolfo, riducendo i dosaggi del 25/30% poiché aumenta la dimensione media delle gocce irrorate, riducendo la velocità di evaporazione della soluzione e aumentando la superficie di contatto.

La gestione integrata della difesa delle piante prevede l’uso combinato di diverse soluzioni, per aumentare le possibilità di successo. L’Olio di Lino è disponibile anche in combinata con l’Olio di Neem, un potente repellente a base di azadiractina, un fitocomplesso utilizzato sin dai tempi antichi come rimedio naturale contro i parassiti. In questo modo la soluzioni risulta efficace anche verso insetti più grandi, come le larve di lepidotteri o minatrici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *