Aria irrespirabile in giardino? Pianta una siepe antismog!

Proteggere lo spazio domestico dall’inquinamento urbano non è facile, ma ci vengono in aiuto le piante: possiamo infatti creare una siepe che filtra e trattiene in parte i fattori inquinanti presenti nell’aria e la polvere che viene dalla strada

Per migliorare il benessere all’interno di uno spazio verde che è a contatto con l’ambiente metropolitano e con strade ad alto livello di traffico è utile affidarsi alle piante, piantando intorno a casa delle siepi capaci di svolgere una protezione dal rumore e di creare una cortina filtrante.

Naturalmente non è possibile pensare che questa siepe svolga un effetto miracoloso, ma certamente è un aiuto significativo: lo dimostra una ricerca svolta da Ibimet, Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), impegnato in studi sui benefici delle piante nella mitigazione del microclima urbano e dell’assorbimento dei fattori inquinanti.

Una siepe di conifere è particolarmente utile. Il fogliame folto filtra l’aria in modo efficiente grazie alla trama fitta e sottile dei rami e degli aghi. Le siepi di tuia, cipresso, tasso e altre specie sono consigliabili nei giardini confinanti con strade di grande traffico. Il tasso è l’unica pianta da siepe che si accontenti davvero di una sola potatura annuale, fattore che compensa i lati negativi: una crescita lenta e un prezzo piuttosto elevato. La tuja, nelle numerose versioni reperibili presso i vivaisti specializzati, è un po’ banale, ma di rapida crescita e facile da curare. Molto diffuso è il cipresso di Leyland (Cupressocyparis x leylandii), conifera ibrida vigorosa, di buona resistenza all’aridità e al gelo, e interessante per la sua velocità di sviluppo, anche un metro in un anno, ma poco longeva se viene potata spesso per conservare la forma geometrica (raramente supera i trent’anni, in quel caso). Come la tuja e in modo ancora più evidente, va soggetta nel tempo alla perdita dei rami nella parte basale, che rimane spoglia e andrà quindi mascherata con una siepe più bassa o una bordura di cespugli.

Una siepe compatta e sempreverde aiuta a filtrare lo smog e il rumore e a rendere più intimo l’ambiente, proteggendo la privacy

Le conifere sono indicate anche per le zone ventose in cui le brezze dominanti portano polvere e residui inquinanti. Occorre provvedere a frequenti lavaggi del fogliame, nelle ore serali quando le piante non sono colpite dal sole, per liberarlo dalla polvere accumulata.

Anche le piante da siepe a foglia larga, come aucuba e lauro, i rampicanti come l’edera e alberi come la catalpa o il tiglio svolgono un’efficiente filtrazione dell’aria dagli agenti tossici, oltre a creare uno schermo anti-rumore che si rivela importante per chi vive in città.